Aggiornamento per le imprese di impianti “FER”

Con l’approvazione del decreto regionale 8711 del 21/10/2015 vengono definiti i passaggi formativi per il mantenimento dell’abilitazione all’installazione e manutenzione straordinaria di impianti “FER” (Fonti Energia Rinnovabile).

Com’è noto, infatti, il D.lgs 28 del 2011, poi modificato dal Decreto Legge 63 del 2013, ha disposto che le imprese già abilitate ai sensi del D.M. 37/08 (la ex 46/90) debbano necessariamente aggiornarsi per poter continuare ad operare su detti impianti, e cioè:

Impianti termo idraulici:

  • biomasse per usi energetici
  • pompe di calore per riscaldamento, refrigerazione e produzione acs
  • sistemi solari termici

Impianti elettrici

  • sistemi fotovoltaici e fototermoelettrici

In pratica, un’impresa che opera su queste tipologie di apparecchi, e che ha visto riconosciuti i requisiti professionali del responsabile tecnico entro il 3 agosto 2013, deve effettuare un corso di aggiornamento di 16 ore ogni tre anni (prima scadenza 31 luglio 2016).

Le imprese, invece, la cui abilitazione professionale è successiva al 3 agosto 2013 dovranno, entro 3 anni:

  • effettuare un corso di aggiornamento di 16 ore qualora la dimostrazione del requisito sia avvenuta tramite il possesso di un diploma di laurea o di un diploma di scuola secondaria superiore seguito da un inserimento, di almeno due anni consecutivi, alle dirette dipendenze di un’impresa del settore (lettere a e b comma 1, art. 4 D.M. 37/08);
  • effettuare un corso formativo di 80 ore qualora la dimostrazione del requisito sia avvenuta tramite un percorso di formazione professionale seguito da un inserimento, di almeno quattro anni consecutivi, alla dirette dipendenze di un’impresa del settore o tramite la prestazione lavorativa svolta alle dirette dipendenze di una impresa abilitata per un periodo non inferiore a tre anni in qualità’ di operaio installatore con qualifica di specializzato (lettere c e d comma 1, art. 4 D.M. 37/08).

Al termine dei percorsi formativi verrà rilasciato un attestato di competenza che successivamente sarà trasmesso alla CCIAA per aggiornare le relative visure camerali; di conseguenza, le imprese che non adempiranno a tale obbligo non potranno più proseguire l’attività di istallazione e manutenzione straordinaria di impianti ad energia rinnovabile (impianti “FER”).

Confartigianato si sta attivando per organizzare i relativi corsi che, quindi, dovranno essere partecipati dal Responsabile Tecnico (colui che possiede i requisiti abilitativi) e NON potrà essere delegato nessun altro a tale obbligo; si sottolinea che i corsi validi per soddisfare tale adempimento saranno solo quelli posti in essere da Enti di Formazione accreditati da Regione Lombardia: porre attenzione, quindi, ad eventuali altri percorsi effettuati da soggetti non idonei.

Un commento

  1. Pingback: Impiantisti termoidraulici – Corso FER | Confartigianato Alto Milanese

I commenti sono chiusi.