Aliquota IVA agevolata in presenza di beni significativi

Ancora molti dubbi in materia di aliquota IVA da applicare in presenza di “beni significativi”, di cui al D.M. 29 dicembre 1999. La recente circolare n. 12/E dell’8 aprile 2016, al punto 17.2, in risposta alla problematica se le componenti o parti staccate dell’infisso, quali le tapparelle, costituiscono o meno parte integrante degli stessi, introduce ulteriori e nuovi elementi, quali “l’autonomia funzionale” delle parti rispetto al bene principale, e la “normale funzionalità” del bene significativo, che potrebbero essere utili per chiarire la corretta applicazione dell’IVA in presenza di altri beni o componenti (quali zanzariere o inferriate), ma potrebbero porre in discussione precisazioni già fornite con precedenti documenti di prassi (si pensi al bruciatore della caldaia).

I dubbi sorgono anche in considerazione del fatto che la formulazione definitiva della risposta contenuta nella circolare n. 12/E/2016 è in alcune parti difforme da quella fornita durante Telefisco del gennaio 2016, creando incertezza tra gli operatori anche a seguito di commenti della stampa specializzata (si veda Il Sole 24 Ore del 19 aprile 2016).

Nella richiesta di consulenza giuridica presentata dalla Confederazione l’11 maggio u.s., alla luce degli ulteriori elementi introdotti dalla circolare n. 12/E/2016 per connotare le componenti o parti staccate rispetto al manufatto principale (bene significativo), viene sostanzialmente richiesto di confermare:

  • se la sostituzione della tapparella confluisca o meno nel valore dei beni significativi;
  • se l’installazione di zanzariere e di inferriate, non concorrendo alla normale funzionalità dell’infisso, possano essere assoggettate ad aliquota del 10% senza la limitazione prevista per i beni significativi. Per quanto riguarda le inferriate, inoltre, vengono fornite argomentazioni per escludere che le medesime possano rientrare nell’ulteriore categoria di beni significativi “impianto di sicurezza”;
  • se la sostituzione del bruciatore della caldaia continui a godere dell’aliquota agevolata (come chiarito nella circolare n. 71/E/2000), attribuendo, quindi, necessariamente al medesimo una propria autonomia funzionale.

IVA_beni_signficativi_consulenza_giuridica.pdf