Autotrasporto, Confartigianato Trasporti: fermo nazionale dal 6 al 9 agosto per la totale indifferenza del Governo

Proclamato sciopero nazionale da parte delle imprese della categoria autotrasporto merci conto terzi. L’appello degli autotrasportatori artigiani non ha avuto alcuna risposta da parte del Governo. Come era stato ribadito più volte da diversi mesi, in caso di mancata risposta alle attese di artigiani e piccole imprese del settore che attendevano risposte urgenti, ma soprattutto il pronunciamento dell’Agenzia delle Entrate per fruire delle deduzioni forfettarie delle spese non documentate per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore, il Presidente Nazionale di Confartigianato Trasporti e di Unatras Amedeo Genedani ha annunciato ufficialmente il fermo nazionale dei servizi di autotrasporto conto terzi programmato per il 6, 7, 8, 9 agosto prossimi.

Infatti a più di un mese dall’insediamento del nuovo Governo e dall’invio delle ripetute richieste di incontro al Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli,  per la pronta risoluzione delle problematiche segnalate, si è constatata una totale indifferenza nei confronti dell’autotrasporto.

Quindi a meno che nei prossimi giorni non arrivassero risposte concrete alle problematiche sopra esposte, Confartigianato ed Unatras, nella lettera inviata alla Commissione di Garanzia per l’attuazione della Legge sullo sciopero nei servizi, preannunciano la decisione di proclamare il fermo dell’autotrasporto, dalle ore 00.00 di Lunedì 6 alle ore 24.00 di Giovedì 9 agosto 2018 compresi.

Un commento

  1. Pingback: Fermo autotrasporto: il Ministero dei Trasporti avvia finalmente il confronto con Unatras | Confartigianato Alto Milanese

I commenti sono chiusi.