Canone speciale RAI

La RAI ci riprova: da qualche giorno alcune imprese stanno ricevendo lettere che “invitano” a versare la quota di canone speciale per l’anno 2016.

A livello nazionale, la nostra Associazione lavora da anni per cercare di avere una definitiva chiarezza che, se possibile, abolisca questo balzello.

Nel merito di quanto viene richiesto alle aziende, devono pagare il canone speciale coloro che detengono un apparecchio televisivo e/o una radio.

Per ulteriori dettagli, è possibile collegarsi al sito della RAI per consultare un’apposita tabella dove si elencano, a titolo esemplificativo, gli apparecchi soggetti al pagamento del canone TV, e gli apparecchi che non lo sono; a ulteriore conferma di ciò la nota del Ministero dello Sviluppo Economico del 20.04.2016 afferma che “Non costituiscono apparecchi televisivi computer, smartphone, tablet, ed ogni altro dispositivo se privo del sintonizzatore per il segnale digitale terrestre o satellitare”

E’ scaricabile il fac-simile della comunicazione da inviare alla RAI – da trasmettere tramite raccomandata a/r o posta elettronica certificata (cp22.sat@postacertificata.rai.itdp.1Torino@pce.agenziaentrate.it) – qualora si intenda dichiarare il non possesso di apparecchi radiotelevisivi e quindi chiedere l’esclusione dal pagamento del canone.