DL DIGNITA’ – Timori confermati: su contratti a termine rigidità e aumenti costi per imprese, senza benefici per i lavoratori

“Le misure sui contratti a termine contenute nel Decreto dignità confermano i nostri timori: si introducono rigidità e costi per le imprese senza peraltro creare benefici per i lavoratoriNon è così che si favorisce l’occupazione”.

E’ il giudizio espresso dal Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti, il quale, in attesa di conoscere il testo definitivo del provvedimento, sottolinea che “il diritto a un lavoro dignitoso non si difende con nuova burocrazia e nuovi costi a carico delle imprese. La manodopera è una risorsa fondamentale per garantire la competitività delle aziende: per questo, anziché alzare barriere, occorre piuttosto puntare sulla qualificazione dei lavoratori. Il mondo del lavoro è profondamente cambiato e l’occupazione non si crea per decreto: ribadiamo la nostra disponibilità a confrontarci con il Governo e ad approfondire le nostre proposte per creare occupazione stabile e fornire ai giovani le competenze indispensabili per entrare nel mercato del lavoro”.

Il Presidente Merletti esprime poi giudizio positivo sulla stretta per le imprese che delocalizzano. “Si tratta – sottolinea – di un segnale importante per difendere il valore della produzione e del lavoro realizzati in Italia”.

Un commento

  1. Pingback: Decreto dignità, Lunedì 29 alla Fiera del Lavoro di Cornaredo - Confartigianato Imprese Alto Milanese

I commenti sono chiusi.