INPS – allungati i termini di presentazione delle domande di CIGO per eventi oggettivamente non evitabili

L’Inps, con il messaggio n. 4752 del 23 novembre 2016, ha modificato i termini di presentazione delle domande di Cassa integrazione salariale ordinaria per eventi oggettivamente non evitabili, indicando come termine ultimo “la fine del mese successivo a quello in cui si è verificato l’evento”.

Pertanto, lo strettissimo termine dei 15 giorni, è definitivamente abolito e si passa ad un regime similare a quello della vecchia disciplina, che consente di presentare una domanda unica per gli eventi meteo di uno stesso mese.

Le assenze per gli eventi meteo verificatesi nel mese di gennaio 2017, potranno quindi essere riuniti in un’unica domanda telematica da inviare all’INPS entro il 28 di febbraio 2017. Nulla cambia rispetto alle modalità di presentazione pertanto:

  • continua ad utilizzarsi il canale telematico;
  • è sempre necessario allegare la relazione tecnica con il dettaglio delle motivazioni che rendono impossibile lo svolgimento dell’attività lavorativa in relazione all’evento meteorologico, e al tipo di attività che avrebbe dovuto svolgersi nelle giornate per le quali si chiede l’intervento della Cassa Integrazione;
  • È sempre necessario allegare il bollettino meteo, rilasciato dai siti istituzionali (es: arpa Lombardia et simila)

Sempre il messaggio INPS specifica che gli interventi per i quali valgono i termini di cui sopra sono gli Eventi Oggettivamente Non Evitabili (EONE), ovvero:

  • Motivi meteorologici-Settore industria
  • Motivi meteorologici-Settore edilizi
  • Incendi, crolli o alluvioni
  • Impraticabilità dei locali anche per ordine della pubblica autorità