Made in Italy

alt

 

 

VIA LIBERA DELLA CAMERA ALLA PROPOSTA DI LEGGE SU TESSILE MADE IN ITALY
Soddisfazione di Confartigianato: 
“Sempre più vicina tutela qualità prodotti italiani”


“Si avvicina un traguardo per il quale ci battiamo da anni: difendere e valorizzare con norme certe i prodotti delle imprese che investono e danno lavoro in Italia”.
Il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini esprime soddisfazione per il rapido iter della proposta di legge presentata dagli onorevoli Reguzzoni, Versace e Calearo a tutela del made in Italy nel tessile, calzaturiero e della pelletteria “settori che – aggiunge Guerrini – hanno subito negli ultimi anni gli effetti più gravi dei fenomeni di globalizzazione selvaggia e la concorrenza sleale di chi pretende di mettere il marchio made in Italy su prodotti realizzati all’estero”.

“Confartigianato – fa rilevare Guerrini – è stata sempre in prima linea a sollecitare iniziative concrete per valorizzare il nostro patrimonio manifatturiero e per consentire ai consumatori di riconoscere l’origine e la qualità dei prodotti. E ora, anche grazie alle nostre battaglie, sia a livello europeo che nel nostro Paese sta crescendo la consapevolezza che il made in Italy non si difende a parole, ma con atti concreti ed efficaci”.
“In questo modo – conclude il Presidente di Confartigianato –  finalmente riusciremo ad allinearci a quanto già avviene in molti altri Paesi, come USA, Giappone, India, dove esistono norme che consentono ai consumatori di conoscere con certezza l’origine dei prodotti che acquistano”.

Leggi la notizia su Corriere.it