Manifattura italiana: le eccellenze dell’Alto Milanese

Origin Passion and Beliefs è in scena a FIERAMILANO RHO, in partnership con Milano Unica, nell’ambito del Piano per la promozione del Made in Italy del Ministero dello Sviluppo Economico per valorizzare le principali filiere produttive dell’economia italiana, tra cui il sistema-moda, e i più importanti eventi fieristici di riferimento. Un’occasione che Confartigianato Imprese Alto Milanese non poteva perdere per presentare le eccellenze del territorio in questo parterre unico in Europa, giunto alla quarta edizione.

Sono quattro le aree tematiche espositive per raccontare il ‘Ben Fatto’ italiano a ORIGIN PASSION AND BELIEFS: Textile dedicata alle lavorazioni su tessuto per la produzione di capi di abbigliamento, capi spalla, maglieria e accessori, fra cui: sviluppo prodotto, prototipazione, campionatura e confezione, ricamo, plissettatura e applicazioni. Stesse specializzazioni nelle lavorazioni per le aziende nell’area LEATHER focalizzata sulla produzione di prodotti in pelle, dal capo di abbigliamento alla borsetteria e piccola pelletteria fino alle calzature. L’area Technology è dedicata a prodotti e servizi ad alto contenuto di innovazione, al semilavorato tecnologico oltre che ai brevetti. Le aziende del bijoux e del gioiello, della componentistica, degli accessori e delle pietre al servizio dei marchi della moda si ritrovano nell’area Stone.

Le nostre aziende, che hanno saputo coniugare innovazione e tradizione, diventano protagoniste di una vetrina internazionale e prestigiosa, promossa da Confartigianato Lombardia.

Infatti, fra gli ottanta espositori presenti all’edizione 2017, spiccano per Artigianalità, Passione e Creatività, nello stand collettivo:

Abba Ricami che nasce nel 2000 come ricamificio per capi confezionati per rispondere alla forte domanda del mercato di quel momento. E come raccontano direttamente dall’azienda: «Da allora e per tutti questi anni abbiamo continuato a seguire con estrema attenzione le nuove richieste del settore aggiornando l’azienda con nuove attrezzature e lavorazioni. Per i nostri ricami l’innovazione tecnologia per rinnovare l’applicazioni di paillettes e perline fatti a mano oppure con macchine da cucire, appositamente modificate per determinati tipi di lavorazioni, è diventata strategica».

Storica è invece la F.lli Ippolito Srl, azienda di Castano Primo fondata nel 1958 e specializzata nel confezionamento conto terzi di capi spalla di alta qualità per uomo e donna.

Oltre ad accompagnare le aziende, Confartigianato è promotrice di due interessanti incontri, il 12 luglio. Una tavola rotonda, la prima, intitolata “Artigianato italiano un patrimonio per l’umanità?”, si tiene nel Padiglione 8 (OPPORTUNITY LOUNGE, OPB 402, dalle 11 alle 13)  sarà condotta da Klaus Davi, con il supporto di Confartigianato Imprese e CNA Federmoda.

Mentre dalle 14 alle 15,30, sempre nella stessa location, si potrà partecipare al talk dal titolo “La filiera della legalità. Riforma dei reati in materia di lavoro nero e contraffazione nel sistema moda.