Mercato lavoro +0,7% ultimi dodici mesi; per i dipendenti recuperati i livelli pre crisi

Negli ultimi dodici mesi prosegue il miglioramento delle condizioni del mercato del lavoro. Ad agosto 2016 si contano 22.767.800 occupati che nell’ultimo anno aumentano dello 0,7% (+162.100 unità); più intensa la crescita dell’occupazione delle donne che segna un aumento dell’1,0% (+90.800 unità), ritmo doppio rispetto al +0,5% osservato per gli uomini (+71.300 unità). La crescita dell’occupazione è trainata dagli occupati con 50 anni ed oltre in aumento del 5,4% (+401.000 unità); nel complesso gli occupati con 35 anni ed oltre sono in crescita dell’1,4% (+237.100 unità) mentre gli occupati under 35 diminuiscono dell’1,5% (-75.000 unità). Nell’ultimo anno i dipendenti – che rappresentano i tre quarti (76,3%) dell’occupazione – crescono dell’1,5% (+251.400 unità) mentre gli indipendenti diminuiscono dell’1,6% (-89.400 unità); grazie a questo spunto l’occupazione dipendente segna il massimo storico (17.367.000 unità), recuperando completamente i livelli pre crisi (17.312.000 unità). Nel dettaglio i dipendenti permanenti crescono dell’1,7% (+253.500 unità) mentre i dipendenti a termine sono stazionari (-0,1%, pari a 100 unità in più). Nelle piccole imprese lavora il 53,2% dei lavoratori dipendenti di cui 1.315.992 nelle 450.342 imprese artigiane con dipendenti. Per approfondire l’analisi dell’occupazione nell’artigianato si vada al rapporto “Verso un nuovo modello contrattuale.

L’analisi dei dati trimestrali ci consente di esaminare le tendenze dell’occupazione in alcuni segmenti del mercato del lavoro. Nell’ultimo anno si evidenzia un maggiore dinamismo per gli occupati stranieri (2,1%) rispetto agli italiani(+1,9%) e nel Mezzogiorno (2,8%).

In chiave settoriale, al netto dell’agricoltura, si rileva la maggiore crescita nei Servizi (+2,7%) seguita dal Manifatturiero, estrattivo ed energia (+0,9%) mentre permangono in negativo le Costruzioni (-4,9%).

I più recenti dati disponibili sulla struttura imprenditoriale evidenziano che le struttura imprenditoriale italiana addensa quasi due terzi (65,7%) degli occupati in piccole imprese mentre il restante terzo (34,5%) si riferisce alle imprese di medio-grande dimensione.

 

OCCUPATI AD AGOSTO DEGLI ULTIMI 3 ANNI PER CLASSE DI ETÀ

 (Agosto degli anni 2014, 2015 e 2016. Valori ass. in migliaia, composiz. e var. %. Totale 15 anni ed oltre, dati destagionalizzati – Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Istat)
us_24102016

 

OCCUPAZIONE DIPENDENTE

(Gennaio 2004-agosto 2016 – valori in migliaia – dato destagionalizzato – Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Istat)

us_24102016_2