Riferimenti Legislativi

Gli obblighi relativi alla sorveglianza sanitaria  hanno come destinatario principale il datore di lavoro  con dipendenti che deve provvedere alla nomina del medico competente in relazione ai rischi presenti in azienda.

I principali riferimenti legislativi:

D. Lgs. 277/91: legge di riferimento per il rischio rumore (più piombo/amianto). Stabilisce l’obbligo di un controllo medico ed audiometrico periodico qualora la rumorosità in azienda superi determinati limiti, ritenuti dannosi.

D. Lgs. 626/94: ha sottolineato l’importanza della sorveglianza sanitaria dei lavoratori quale strumento essenziale per favorire la prevenzione di patologie collegate agli ambienti di lavoro. Il datore di lavoro ha l’obbligo di nominare espressamente il medico competente in tutti i casi in cui la normativa vigente prevede la sorveglianza sanitaria dei lavoratori.

 D. Lgs. 25/2002: ha riconfermato l’importanza della sorveglianza sanitaria quale strumento per una corretta azione di prevenzione e tutela dei lavoratori esposti a determinate situazioni di rischio. In questo decreto, la periodicità delle visite mediche è disciplinata utilizzando un criterio più elastico rispetto alle tabelle previste precedentemente: il medico competente può stabilire una periodicità diversa per le visite, a condizione che tale decisione sia opportunamente motivata e riportata nel protocollo sanitario, parte integrante del documento di valutazione dei rischi.